Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) (1)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Re: Gli Ultimi/Plakkaggio HC split 7’’ (Hellnation, 2013) di: annlike
Re: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012) di: annlike
Cool di: sosoabram
cool di: sosoabram
Re: Luigi Bonanni (Centocelle City Rockers, Garçon Fatal) di: rightjobspk11
Re: Gola profonda (Deep throat, USA, 1972, col.) di Jerry Gerard (Gerard Damiano) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: rightjobspk11
Re: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) di: rightjobspk11

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Saturday 24 March 2007:
Razzapparte – Il drago e il leone cd (Anfibio Records, 2007)

L’Oi! riflette su se stesso e diventa autoreferenziale, esattamente come il western. I Razzapparte - bontà loro - sono i primi ad aver capito che è ora di passare da “Ombre rosse” a Sergio Leone, e in questo senso il loro nuovo album è un disco assolutamente pionieristico nel suo genere. Accantonate per un momento i consueti tre accordi mal suonati conditi da testi inneggianti alla violenza di strada e alle pene del lavoro in fabbrica, che si devono eventualmente ostentare anche quando non s’è mai sentita una sirena in tutta la propria vita e soprattutto non si possiede prole. Provate a pensare che siamo nel 2007, chiedetevi se si può fare un disco Oi! anche parlando di qualcosa che non si sia stato ripetuto come un microsolco incantato dagli anni ’80 fino ad oggi, e interrogatevi sul come e sul perché. E già che ci siamo, chiedetevi se l’Oi! è vivo e non delegate la risposta alla filosofia o ad altri, ma alle vostre concrete possibilità di resuscitarlo musicalmente. È quanto hanno fatto i viterbesi dopo una lunga storia di streetpunk band della seconda ondata, che dal 1995 ce li ha consegnati indenni fino ai giorni nostri. Il drago e il leone, come i più svegli avranno già capito, è un disco nuovo e ricercato, che rappresenta una sterzata importante nell’eterna querelle dello streetpunk italico. E fate attenzione: per sterzata non intendo in alcun modo un tentativo di commercializzare il discorso (ce ne sono già stati fin troppi, e hanno pagato pure bene). Il drago che affronta il leone, ritratto nel disegno di copertina mutuato da Leonardo Da Vinci, è un’allegoria dietro la quale si cela uno dei leitmotivs del disco: Viterbo contro Viterbo. Il leone, simbolo della città, contro il drago che il folle Vicino Orsini fece scolpire nel tufo del bosco di Bomarzo qualcosa come 455 anni or sono, “sol per sfogare il core”.

La riflessione sulle roots della band, in questo caso, va di pari passo con quella relativa alle roots del genere: ed ecco che i Razzapparte danno finalmente sfogo a una mai sopita matrice reggae, che si fa largo già nell’opener “Casuals” mixando alla Ruts punk sparato e dub. “Il drago e il leone” è anche l’unico disco dei nostri dove figurano in più punti inserzioni di tromba e tastiere. La title track stessa è un dub.

I testi passano indifferentemente dal già citato autoreferenzialismo Oi! (“Casuals”, “L’Oi! è vivo”, “Ribelli del weekend”, “Non voglio lezioni”) all’ambito dell’autobiografico-sentimentale (“Non piegarti”, “Su di te” e la misteriosissima ghost track 1/2). Completano il quadro, insieme alle insolite aperture new wave di “Solitudine”, i remakes di due vecchi cavalli di battaglia del gruppo (“M.C.S.” alias “Razzapparte al Maurizio Costanzo Show” in versione ska e “Un posto per noi”) e due cover: la prima è “Solo una guerra”, un pezzo meno noto ai più dei primi Klaxon, e la seconda è “Dirty punk”, un pezzo meno noto ai più degli ultimi Clash. Per quanto riguarda invece l’ambito strettamente musicale, tutto il disco è un’impeccabile lezione di stile.

Pollice in alto come un vessillo vittorioso per questo nuovo Razzapparte, che a mio avviso rappresenta veramente un’auspicata e innegabile evoluzione del gruppo e insieme uno spartiacque ormai doveroso e inevitabile per il genere tutto. Abbiatelo, pòrcudìo!

[Simone]

Per contatti, o per avere il cd: http://anfibiorec.altervista.org



Commenti:

Re: Razzapparte – Il drago e il leone cd (Anfibio Records, 2007)
madò poverello manca solo che ci dai un bacetto al flaviello! ahahahahahahahahhahahaa

25/03/2007 di: sveden

Re: Razzapparte – Il drago e il leone cd (Anfibio Records, 2007)
QR se lo merita, 'sto disco farà chiudere baracca e burattini a parecchi gruppi di merda.

25/03/2007 di: Simone

 
  Fototeca
Chelsea
Chelsea


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 47
Commenti: 87

  Cronologia della Lama
Wednesday 17 January 2018


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.053 Secondi