Benvenuti su Lamette.it
Il portale/webzine più rozzo d´Italia sulla musica & sulla cultura autodistruttiva degli sporchi giovani: contiene punk fetente!
[ Editoriali ] [ Articoli ] [ Recensioni ] [ Interviste ] [ Relics ] [ Coprophagus ] [ Blog ] [ Forum ]

  Menù della Lama
[ Home ]
[ Editoriali ]
[ Articoli ]
[ Recensioni ]
[ Interviste ]
[ Relics ]
[ Coprophagus ]
[ Blog ]
[ Forum ]
[ Calendario concerti ]
[ Links ]
[ Contatti ]
[ MP3/Downloads ]
[ Vocabolario ]
[ Archivio ]
[ Top 20 ]

  Ricerca nel Sito
news
commenti
eventi
links
 

  Sponsor della Lama
SOA Records/Oi! Strike
Randagi Rock Community
Sound Of The Street
Bloody Passion Tattoo
Latitudine 42 Comics & Games
Rave Up Vinyl Agency
Lamette Comics Blog
Blood '77
Killer Penis
Sponsor della Lama

  Old news
Recensioni: Colonna Infame SH – Dalla nostra parte Lp (Oi! Strike, 2013) (1)
Recensioni: Bufalo Kill – Be be bleah! cd (Yorpikus Sound, 2013)
Recensioni: Stigmathe – Fronte di nervi Lp (SOA Records, 2012)
Recensioni: Raise Your Pitch – Tutti Appesi demo-cd (Autoprodotto, 2012)
Recensioni: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) (1)
Recensioni: Whiskey Füneral - Whiskey Füneral cd (Full Speed Ahead Records, Tornado Ride Records, 2012)
Articoli: Kalashnikov – La città dell’ultima paura 12” picture (D.I.Y., 2013)
Recensioni: Golden Shower – The strange case of the Alaskan dragon breath cd (Area Pirata, 2013)
Interviste: Klaxon
Recensioni: Because The Bean – Indifferenza nera 7’’ (Bertani Dischi e Salami, United We stand, FFC Productions…, 2012)

Tutte le News

  Commenti
Cool di: sosoabram
cool di: sosoabram
Re: Luigi Bonanni (Centocelle City Rockers, Garçon Fatal) di: rightjobspk11
Re: Gola profonda (Deep throat, USA, 1972, col.) di Jerry Gerard (Gerard Damiano) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: rightjobspk11
Re: Trade Unions – Acciaio salmastro e sudore cd (Still Standing Army, Red Sound 21, Bukowski Productions, Cardio Studios, 2011) di: rightjobspk11
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: monica123
Re: G. G. Allin (1956/1993) di: monica123

Tutti i commenti

 
Pagina Stampabile Invia ad un amico Commenta

Recensioni Monday 04 November 2013:
Dead End Street – Dead End Street 7’’ (Hellnation, Aggrobeat, 2013)

Sono diversi giorni che faccio girare questo microsolco avanti e indietro, anche se di solito per dire quello che ho da dire un ascolto mi basta, e più spesso attacco a scrivere mentre il disco sta ancora frullando sul piatto. La questione è semplice: sulle prime temevo di perdermi qualcosa per strada, poi in seconda battuta mi sono reso conto che mi piace, in terza che mi piace molto, e infine che può rimanere lì per un mese almeno. Dead End Street è un sette pollici che va dritto al sodo, e certamente Damiano Costantini non smentisce il suo trademark inossidabile nel tempo: uomo dalle mille band, in quindici anni che lo conosco ha suonato con quasi tutti i gruppi hardcore/streetpunk capitolini che contano (Bierkampf, Colonna Infame, Strength Approach, Payback, saltuariamente devo averlo visto anche con i DUAP) ed è stato contemporaneamente albero motore di un numero non quantificabile di concerti, compilazioni, etichette, tour, gemellaggi, enodegustazioni, rapine al treno. Trasferendolo fisicamente in Toscana il prodotto non cambia: Damiano ti raccoglie un manipolo di fiancheggiatori provenienti da vari altri circuiti più o meno iperattivi – quello fiorentino in primis – e nel giro di un anno e mezzo ha un nuovo gruppo con un nuovo disco che ha infilato una nuova serie di concertoni. Non contento, scrive anche i testi e rileva le linee vocali. Do not try this at home, verrebbe da dire ai dannati giovani del pubblico.

4 pezzi 4 per il quartetto, che a livello di sonorità si aggira tra i Rose Tattoo (“Outlaw”, la mia preferita, è un chiaro tributo agli australopitechi, e quel “Livin’ on the edge is all he needed” è da film d’azione) e i Social Distortion (la cui vena folk, cantautoriale e un po’ retrospettivo/nostalgica, salta fuori potentemente, ad esempio, nella title track). In realtà io ci vedo molto di più di una valevole band che si ispira a qualcuno o qualcosa, e colgo l’occasione per auspicare un futuro approfondimento della linea autoreferenziale. Ciò detto e controfirmato, 340 copie tra vinile nero e arancione per questa coproduzione italo-olandese che sì, dovete avere perché è una delle migliori cose dell’anno. Sono amici ma non conta, se uno è bravo è bravo.

[Simone]

Per ordinare il disco: robegagl@tin.it


 
  Fototeca
Questa è Roma mica... 4, Circolo degli artisti, Roma, 07/01/2007
Questa è Roma mica... 4, Circolo degli artisti, Roma, 07/01/2007


  Calendario Concerti

Tutto il Calendario

  Sostieni la Lama

  Gemelli Tossici
TeleFree.iT
City Of The Dead
Cultura Elettronica
Il Tropico Del Garigliano

  Sondaggi
Cosa pensi della nuova sezione MP3/Downloads?

Era l'unico vero deficit di Lamette. Ora non più.
Era ora di aggiornarsi, tutti hanno i free album.
I free album di Lamette sono i più fichi di tutti.
Non ne sapevo un cazzo, corro a mandarvi il mio!
Non scarico MP3, i dischi o li compro o li ignoro.



Risultati
Sondaggi

Voti: 44
Commenti: 59

  Cronologia della Lama
Monday 22 May 2017


Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.031 Secondi